L’ importanza di un Sistema di Gestione Integrato (MOG 231) a favore della Compliance Aziendale

Abbiamo già parlato di Sistemi di Gestione Integrata [SGI] ma in queste poche righe vorremmo sottolinearne l’importanza anche alla luce delle innumerevoli interrelazioni con Leggi e Regolamenti e, più in generale, con il complesso quadro legislativo italiano per le imprese.

Si pensi ad esempio al D.Lgs. 231/01 ed alla sua applicazione da parte delle imprese.

Il D.Lgs. 231/01

È noto che l’ottemperanza a tale decreto, che regola appunto la Responsabilità amministrativa delle società e degli enti 2020, può essere dimostrata in sede giudiziaria allorquando l’impresa, nella persona del suo legale rappresentante, è chiamata a rispondere di reati presupposto ex D.lgs. 231/01 e quindi, al fine di evitare le sanzioni amministrative e pecuniarie, affida la propria difesa al proprio Modello Organizzativo Gestionale; la cui bontà in termini di progettazione, implementazione ed attuazione sarà stabilita solo ed esclusivamente dal Giudice.

L’importanza di un MOG adeguato

Questa prima ed importantissima considerazione ci dice che il MOG non essendo assoggettato a verifiche da parte di un Ente terzo deve necessariamente essere pensato ed attuato con accuratezza e sistematicità al fine di poter essere un valido strumento di tutela in caso si dovesse incorrere nei reati di cui al D.lgs. 231/01.

È possibile immaginare che un’impresa che approcci alla implementazione di un MOG abbia il più delle volte già in seno alla propria organizzazione uno o più sistemi di gestione certificati quali ad esempio ISO 9001, ISO 14001, ISO 45001 e così via.

Com’è noto tra i reati annoverati dal D.lgs. 231/01 all’art. 25-undecies troviamo i reati ambientali, pertanto un sistema di gestione ambientale regolamenterà senz’altro attività volte alla tutela dell’ambiente quindi sarebbe sicuramente di scarsa efficacia un sistema organizzativo che preveda per tale circostanza una dualità di comportamento. Analogo discorso può essere fatto per i reati di cui all’art. 25-septies di cui al citato decreto in contrapposizione con il sistema di gestione della sicurezza, per i reati di cui all’art. 24-bis “illecito trattamento dei dati” e le richieste del Reg. UE 2016/679 noto come GDPR.

Questi pochi e banali esempi ci fanno comprendere che non è auspicabile, se non addirittura impossibile oltre che antieconomico, adottare diversi sistemi che governano di fatto gli stessi processi aziendali. Pertanto un approccio integrato sulle tematiche della compliance avrà la capacità di generare non solo delle economie di scala ma soprattutto un sistema organizzativo snello e completo.

Concludendo possiamo affermare che se progettiamo ed applichiamo all’interno della nostra organizzazione un buon Sistema di Gestione Integrato avremo la possibilità di riflesso di ottemperare a norme e leggi applicabili al nostro settore e quindi garantire di concerto la compliance aziendale, inoltre sarà più semplice adottare un MOG ex D.Lgs. 231.

rb ingegneria è specializzata nella creazione di Modelli Organizzativi 231 in linea con le dimensioni e la complessità delle aziende stesse.

Contattaci e richiedi una consulenza gratuita per verificare lo stato della tua organizzazione.